Attrazioni del sito

Via Traiana da Benevento a Forum Novum *

L’area nord-orientale dell’Ager Beneventanus fu prescelta dagli ingegneri di Traiano per l’attraversamento della via di collegamento tra Beneventum e Brundisium. Tale scelta non fu dettata dal caso, ma dall’ esistenza di centri abitati e soprattutto da una disponibilità di sentieri preesistenti, i quali opportunamente riutilizzati o rettificati, permisero una pili rapida realizzazione del tracciato traianeo. I sentieri tratturali che si diramano dalla via Traiana, sono infatti numerosi; in molti casi si tratta, di sentieri molto antichi che attraversano aree insediative preistoriche, protostoriche o anche pili recenti, ma di solito precedenti all’intervento traianeo. Ci troviamo quindi di fronte a un tracciato in parte precostituito, ma che Traiano rende più agevole per la necessita di poter raggiungere Brundisium con maggiore celerità facendo realizzare una strada che favorisse, con una larghezza adeguata e un tracciato meno impervio, un più comodo spostamento di truppe e vettovagliamenti. La via Traiana partiva dal lato Nord-orientale della citta di Beneventum, seguiva l’attuale via S. Pasquale e superava il torrente San Nicola grazie ad un “ponticellum”, sicuramente di età repubblicana. Risaliva, quindi, la collina di Capodimonte (verso Est) per scendere verso il fiume Calore ed attraversarlo grazie al Ponte Valentino. Questo era il primo dei grandi ponti fatti realizzare da Traiano in opera cementizia e laterizio. All’altezza del ponte la strada entrava nel miglio IV ed iniziava a seguire la riva sinistra del fiume Tammaro inoltrandosi nell’area di Sagliete, al confine con il territorio del comune di Paduli. Questo tratto della strada, che s’inoltra per alcune miglia sulla sponda sinistra del Tammaro, è riportata come via Egnazia, antica mulattiera identificata spesso con la Via Minucia, forse un tracciato di età repubblicana, poi rettificato dagli ingegneri traianei. La via Traiana cominciava a salire, dove, iniziato il quinto miglio, puntava decisamente ad est. Da questo tratto deve provenire la pietra miliare segnata col numero V, attualmente all’ingresso della Rocca dei Rettori a Benevento. Nel sesto e settimo miglio si porta in quota e si comincia a discostare dal fiume Tammaro, salendo a mezza costa sulla sponda. Superata un’antica Taverna cinquecentesca, la strada giunge in questo punto, dove vi è una biforcazione. La Traiana prosegue verso destra, mentre la Francigena segue il tracciato che torna a piegare verso il fiume. Si tratta di un antichissimo collegamento che mette in relazione la Via Traiana con il Regio Tratturo Pescasseroli Candela. Il percorso della Francigena tornerà a ricongiungersi con la Traiana all’incrocio tra strada comunale Montecapriano e la SS. 90bis, prima di Forum Novum.

*tratto da prof. Francisco Scocca

Informazioni Utili

Comune

Indirizzo: Viale Liberta N.6 – 82020 Paduli (BN)
Tel: +39 0824 928847

Comando Stazione Paduli

Indirizzo: Via Rocco Ranaldo,3 – 82020 Paduli (BN)
Tel: +39 0824 927159

Farmacia Vallone

Indirizzo: Via Rotabile,59 Paduli (BN)
Tel: +39 0824 928592
Tel: +39 0824 928051