Attrazioni del sito

Miliare

In territorio di Greci, in località Tre Fontane, a circa 200 metri dall’omonima Taverna, è stata scoperta la colonna miliaria con l’indicazione della dstanza in miglia da Benevento. Era collocata lungo il percorso della Via Traiana, nel tratto compreso tra le stazioni di posta di Aequum Tuticum e la Mutatio Aquilonis, un segmento della via consolare romana di 8 miglia. La colonna risulta mutila inferiormente, poco sotto la linea della cornice ed è spezzata lateralmente, dove manca una porzione del lato sinistro, compresa una parte dell’iscrizione. La colonna, appena rastremata in alto e simile per dimensioni e tipologia agli altri miliari traianei della stessa Via, conserva il margine superiore leggermente aggettante. Nello spazio, tra questo e la cornice, è inciso il numero delle miglia. Lo specchio epigrafico, con il testo impaginato con regolarità, secondo uno schema costante che si ripete su tutti i miliari della Via Traiana, è delimitato da una cornice a gola dritta di cui restano soltanto il lato destro e parti di quello inferiore e superiore; l’altezza dello specchio epigrafico è di cm 92, mentre la laghezza massima conservata è di cm 29. L’incisione dei segni è accurata, con l’assenza di interpunzione e con i numerali privi della stanghetta orizzontale. Le lettere conservate delle undici righe dell’iscrizione sono ben leggibili e presentano altezze diverse secondo un modulo decrescente tipico di questa serie di miliari: le misure variano dai 12,5 cm della prima riga con il numerale del miliario, 6 della seconda e terza riga, 5,5 della quarta, 4,5 della quinta, 4 della sesta e dell’ottava, 3,5 della settima e della nona, fino ai 2,5 cm della decima e undicesima riga. Il numero delle miglia – XXVI – è da integrare con sicurezza, poiché sono conservate le ultime tre lettere della cifra (le ultime due complete) e per l’esatta corrispondenza topografica tra il luogo di rinvenimento e la distanza ricostruita da Benevento, che coincide con la distanza reale della colonia di Beneventum (poco meno di 40 Km). Il miliario si data al 109 d.C., anno in cui venne fatta costruire l’importante arteria stradale dall’imperatore Traiano per collegare con un percorso più agevole – anche se più lungo – Benevento con Brindisi, in alternativa al percorso interno e tortuoso della Via Appia. Si trattò sicuramente di un’impresa portata a termine in diversi anni di lavoro (forse un quinquennio), anche sistemando assi stradali preesistenti – vie di cui abbiamo notizie esplicite in Strabone ed in Orazio – l’anno di inizio delle operazioni si evince dalla XII tribunicia potestas di Traiano (10 dicembre 108 – 9 dicembre 109), carica indicata e visibile anche nell’iscrizione del nostro miliario.

Tre confini

Un punto di particolare interesse geografico è detto “Tre confini”. In un punto convergono tre confini provinciali (e due regionali); qui si attraversa il confine tra Campania e Puglia, ma la circostanza più singolare è la convergenza in questo punto delle province di Benevento (Comune di Castelfranco in Miscano), di Avellino (Comune di Greci) e di Foggia (Comune di Faeto). Il punto è segnato da una stele in pietra calcarea che ha forma di prisma a base triangolare sulle cui facce sono incise le sigle “BN”, “AV”, “FG”.

Informazioni Utili

Comune

Indirizzo: Piazza Umberto I,10 Greci (AV)
Tel. +39 0825 861196
Tel: +39 0825 861338

Ufficio Polizia Municipale

Cell: +39 320 7432848

Farmacia Rossi

Indirizzo: Greci (AV)
Tel: +39 0825 803708